Impianto di emungimento e trattamento acque di falda

Impianto di tipo Pump & Treat costituito da due barriere idrauliche da n.13 pozzi

LUOGO: Fiumicino (RM), loc. Torrimpietra Effrazione Oleodotto Civitavecchia – Pantano di Grano

DATA: 2016

COMMITTENTE: Eni S.p.A. 

 

La progettazione in oggetto ha riguardato la Messa in sicurezza di emergenza a seguito di un’effrazione dall’Oleodotto Eni “Civitavecchia – Pantano di Grano” in località Torrimpietra.

Progettazione esecutiva di un impianto di tipo Pump & Treat, costituito da n. 2 barriere idrauliche composte rispettivamente da n. 5 e n. 8 pozzi.

Le barriere idrauliche sono state concepite per emungere sia le acque di falda che la fase separata presente (LNAPL), secondo un sistema di tipo Dual Pump, costituito da una pompa elettrosommersa associata a una pompa pneumatica installata in ciascuno pozzo.

Le acque e il prodotto emunti sono inviati tramite linee continue ad un impianto di trattamento acque, composto da un disoleatore con filtro a coalescenza e due filtri a carboni attivi.

Il disoleatore sfruttando la forza di gravità, separa dall’acqua le particelle d’olio, caratterizzate da peso specifico minore di quello dell’acqua, che vengono stoccate in un apposito serbatoio per successivo smaltimento.

I filtri a carboni attivi ricevono le acque separate dal disoleatore al fine di eliminare dalle stese, le sostanze microinquinanti organiche e inorganiche.

Il controllo e la gestione degli impianti delle due barriere è stato completamente automatizzato attraverso la progettazione di due rispettivi PLC (Programmable Logic Controller).

Al fine di efficientare il sistema di MISE progettato, individuando le portate di progetto ottimali per le barriere idrauliche, è stato svolto uno studio di modellazione numerica di flusso e trasporto dell’acquifero con codice di calcolo MODFLOW.

La progettazione è costituita dai due seguenti documenti:

  • “Impianto di emungimento e trattamento acque di falda”;
  • “Progettazione per utilizzo di N° 2 PLC per l’impianto di emungimento del Sito di Fiumicino Loc. Torrimpietra (RM)”;
  • Risultati della modellazione numerica di flusso e trasporto dell’acquifero finalizzata alla gestione della barriera idraulica in condizioni di P&S e P&T”.

L’impianto installato sta portando ad una generale diminuzione dello spessore di surnatante nei pozzi barriera. Allo stato attuale le barriere idrauliche permettono di mantenere il sito in un certo margine di sicurezza.